Perché la tua azienda ha bisogno di un’app

app aziendale

Molto probabilmente starete leggendo questo articolo dal palmo della mano con il vostro amato smartphone a farvi da libro. E già questo dovrebbe suggerirvi il perché la vostra azienda abbia bisogno di una applicazione.

Eppure i motivi sono molto più articolati e, allo stesso tempo, più semplici di quanto possa sembrare. Si spazia dalle diverse dinamiche del mercato che vi obbligano ad adeguarvi ai tempi e ai vostri competitor, alla pianificazione di strategie sul lungo periodo che vi consentiranno di tracciare l’identikit del vostro cliente tipo.

Creare un’app è molto di più del semplice gesto tecnico, bisogna analizzare bene il contesto in cui ci si immette e valutarne i rischi. Capire per chi lo si sta facendo e quali potranno essere gli eventuali ritorni, non necessariamente economici. Un lavoro complesso ma che potrà darvi parecchie soddisfazioni.

Facciamo un po’ di ordine: ecco perché la vostra azienda ha bisogno di una app.

Perché i tuoi competitor ne hanno una

Potrà sembrare banale, scontato, per alcuni addirittura una risposta irritante. Eppure cari imprenditori quella che avete davanti è una legge del mercato digitale. Se il vostro rivale ha fatto un passo in avanti, voi avrete bisogno di fare un salto lungo il doppio per raggiungerlo. E non basterà ingaggiare il primo cugino di turno, dovrete infatti entrare nell’ottica di dare al pubblico qualcosa che sostanzialmente già hanno, ma che offra loro un’esperienza migliore.

Dalla vostra c’è sicuramente la possibilità di poter analizzare il prodotto del nemico, per copiarne i punti di forza e limare tutti i difetti. Il digitale non è una guerra a chi lo fa prima, ma si combatte a colpi di ottimizzazioni. Il cliente 2.0 è cinico e spietato, non esiste fidelizzazione che regga davanti a un prodotto che può far risparmiare tempo, risorse e denaro.

Perché i tuoi competitor non ne hanno una

Altro lato della stessa medaglia, puntare su un’applicazione per il vostro business potrebbe risultare molto redditizio in tutti quei casi in cui i competitor ancora non si sono affacciati a questo specifico mondo.

Bisogna ovviamente prestare molta attenzione, e chiedersi innanzitutto perché nessuno, nel vostro settore, ancora ci ha pensato. Scarsa lungimiranza o mercato inesistente? Capito bene in che mare si sta navigando, muovetevi di conseguenza. Affidatevi ad esperti e create la miglior app possibile. Siate pionieri nel vostro settore e non abbiate paura della novità digitale.

Perché entro il 2019 il traffico dati sarà quasi esclusivamente da periferiche “smart”

Inutile girarci intorno e soprattutto sarebbe da sciocchi ignorarlo: la vostra azienda ha bisogno di una app perché attualmente è l’unico mercato che vende veramente e che non conosce crisi. Il traffico su internet gira quasi interamente da dispositivi mobili e alcune previsioni danno per certo il dato secondo cui entro il 2019 il 97% del traffico da mobile sarà “smart”, che in parole povere significa che la gente userà quasi esclusivamente applicazioni per districarsi attraverso la rete, rispecchiando la tendenza dei consumatori del nuovo millennio che hanno bisogno del tutto, subito, e a portata di mano. Siate più veloci del tempo che scorre inesorabilmente e cominciate a muovervi.

Perché hai un sito web

Premessa: le due realtà non necessariamente sono legate e non necessariamente devono fare la stessa cosa.
Però se avete un bel sito web istituzionale, aggiornato, preciso e dettagliato, e che sicuramente curate minuziosamente, avrete già chiara in mente l’importanza di internet. Dar vita ad un’applicazione, specialmente per i settori come e-commerce, magazine e ristorazione, potrà offrire ai vostri clienti quel plus che vi renderà unici ai loro occhi. Sapere di poter comprare il tanto sognato cappotto in pochi click, prenotare un tavolo al ristorante dal palmo della mano mentre si prende un caffè, oppure sfogliare articoli tra una commissione e l’altra, è quel qualcosa che inconsciamente tutti vogliamo. Datecela.

Perché le notifiche sono la newsletter del futuro

Diciamoci la verità, quando ci arriva nella casella di posta una mail che somigli vagamente ad una newsletter la cataloghiamo al 99% come spam. Un cliente che scarica la vostra applicazione invece ha già dimostrato un certo interesse per il vostro business, e alcune pratiche notifiche da scrollare sullo smartphone potranno solamente far piacere. Specialmente se si tratta di offerte, coupon oppure news importanti.
Il suggerimento è quello di dare la possibilità di personalizzare le notifiche ai clienti, dagli intervalli di tempo, alla tipologia. Così facendo sarete sicuri di offrire sempre il miglior servizio possibile, mai invadente e sempre utile.

Perché vi consente di acquisire dati

Inseriamo per ultima, non per importanza, la possibilità di ricevere ed immagazzinare una quantità considerevole di dati sulla propria clientela. Dai luoghi da cui provengono i fruitori attraverso i servizi di geolocalizzazione tipici delle app, alle mail che useranno per iscriversi. Fino ovviamente a nomi, cognomi e generalità. Tutte informazioni che potranno esservi utili per pianificare al meglio le strategie future.

Conclusioni

In linea di massima possiamo affermare che creare una app per la propria azienda è (quasi) sempre una buona idea. L’importante è fare un lavoro che vada verso le esigenze del cliente, e non sia il ritratto di manie di grandezza di qualcuno all’interno del management aziendale.
Internet è un grosso incubatore in cui è difficile farsi largo per i propri meriti, ma nel quale basta un accenno di caduta per non riuscire più a rialzarsi. Se avete intenzione di creare un’applicazione non vi fate prendere dalla fretta delle scadenze, siate pazienti e perfezionisti. Meglio un giorno in più nel cassetto di un sogno realizzato a metà.

Un pensiero riguardo “Perché la tua azienda ha bisogno di un’app”

Rispondi